Contributi a fondo perduto per l’assunzione di dottori di ricerca

L’iniziativa è stata prorogata al 30.06.2016.

Il bando è stato prorogato al 31/12/2015. Se vuoi partecipare..chiamaci!!

Italia Lavoro si propone di intervenire nell’ambito della transizione dai percorsi educativi e formativi al sistema del mercato del lavoro con lo scopo di contribuire alla riduzione dei tempi di ingresso nel mercato del lavoro dei dottori di ricerca. La dotazione finanziaria messa a disposizione per tale misura ammonta ad € 1.000.000,00.

SOGGETTI BENEFICIARI
Possono aderire a tale misura i datori di lavoro privati, nello specifico:

  • Imprenditori individuali, liberi professionisti e lavoratori autonomi;
  • Società di persone e di capitali;
  • Società Cooperative;
  • Consorzi di diritto privato e altre forme di cooperazione fra imprese;
  • Enti privati con personalità giuridica;
  • Enti privati senza personalità giuridica;
  • Imprese o enti privati costituiti all’estero non altrimenti classificabili che svolgono un’attività economica in Italia con almeno una sede operativa nel territorio nazionale.

IMPORTO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari ad:

  • € 8.000,00 per l’assunzione di dottori di ricerca tramite contratto a tempo indeterminato o determinato;
  • € 2.000,00 per l’attività di assistenza didattica individuale, da erogare tramite Istituzioni Formative.

TIPOLOGIA CONTRATTO DI APPRENDISTATO
Il contratto di assunzione del dottore di ricerca può essere sia a tempo determinato che a tempo indeterminato. Sono ammessi esclusivamente i contratti sottoscritti dopo il 7 luglio 2014.

PRESENTAZIONE RICHIESTA DI CONTRIBUTO
Le domande possono essere presentate sino al 31/12/2014, salvo esaurimento dei fondi.