Contributi per la registrazione di marchi comunitari e internazionali

Il Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con Unioncamere ha pubblicato il bando Marchi +2, per favorire la registrazione da parte delle imprese di marchi comunitari e internazionali.

Le risorse finanziarie complessivamente messe a disposizione ammontano ad € 2.800.000,00. Possono aderire al bando le micro, piccole e medie imprese con sede legale e operativa in Italia, appartenenti a tutti i settori.

Il bando prevede due misure:

  • Misura A: Agevolazioni per la registrazione di marchi comunitari presso UAMI, la misura comprende le seguenti attività:
  1. Deposito domanda di registrazione presso UAMI di un nuovo marchio;
  2. Deposito domanda di registrazione presso UAMI di un marchio registrato a livello nazionale di cui si abbia già la titolarità;
  3. Deposito domanda registrazione presso UAMI di un marchio acquisito da un terzo e già registrato a livello nazionale.
  • Misura B: Agevolazioni per la registrazione di marchi internazionali presso OMPI, la misura è relativa a:
  1. Deposito di domanda di registrazione nazionale o comunitaria presso OMPI
  2. L’impresa può richiedere l’agevolazione anche per l’estensione dei marchi, con designazioni successive, tramite procedura OMPI.

registrazione-marchio

L’agevolazione è pari all’80% (90% per USA o CINA) delle spese ammissibili nel rispetto dei limiti previsti da bando e sino ad un massimo di:

  • MISURA A: massimo € 6.000,00
  • MISURA B (un solo Paese): massimo € 6.000,00
  • MISURA B (due o più Paesi): massimo € 7.000,00

Ciascuna imprese può presentare più richieste di agevolazione, sia per la misura A sia per la misura B, fino al raggiungimento del valore massimo di € 20.000,00.

Ai fini del presente bando, sono ammesse le seguenti tipologie di spese:

  • Progettazione del nuovo marchio;
  • Assistenza per il deposito;
  • Ricerche di anteriorità;
  • Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in caso di opposizione/rifiuto/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione;
  • Tasse di deposito (presso UIBM o UAMI o presso OMPI).

Sono ammesse le spese sostenute dopo il 1° febbraio 2015 e comunque in data antecedente alla presentazione della richiesta di contributo.

Le domande si possono presentare dal 1° febbraio 2016 e sino ad esaurimento dei fondi disponibili.